La pirroluria: possibile causa di disturbi psichici

La Pirroluria (definita anche malvaria) è un disordine metabolico di origine genetica coinvolto nella sintesi dell’emoglobina. L’emoglobina è la proteina che trattiene il ferro nei globuli rossi. Gli individui con questo disordine hanno un’eccessiva produzione di una sostanza derivante dalla sintesi dell’emoglobina chiamata criptopirrolo (KP) o hemopirrolo. Il criptopirrolo non ha nessuna funzione conosciuta nel corpo ed è escreto nelle urine. La Pirroluria è ad oggi definita una forma di porfirinopatia. l criptopirroli si legano alla piridossina (vitamina B6) e zinco, rendendo questi ultimi indisponibili nel corpo. La deplezione di questi elementi, importanti co-fattori enzimatici, causa una serie di problemi a livello psico-fisico. La pirroluria è una “malattia” molto controversa.

Questo deriva dal fatto che il medico convenzionale, nella maggior parte dei casi, non ne ha mai sentito parlare, mentre al tempo stesso è ben nota a professionisti orientati alla medicina complementare. Visto che le metodologie di queste due pratiche mediche sono spesso diametralmente opposte troveremo, nella maggior parte dei casi, i medici tradizionali negare l’esistenza della pirroluria e affermare che, siccome non ci sono dimostrazioni scientifiche a tal riguardo, essa non esiste. I medici complementari (medici naturopati, naturopati, medici ortomolecolari, nutrizionisti ecc.) invece spesso la conoscono e trattano quest’ultima con risultati sorprendenti.

 

Continua a leggere il mio articolo qui  

La pirroluria: possibile causa di forti disturbi da stress e psichici

 

Sensibilità Multipla Chimica: cos’è

Uno dei possibili meccanismi implicati nella MCS,  dall’inglese Multiple Chemical Sensitivity, sembra essere collegato ad un disordine funzionale dell’amigdala del cervello insieme al sistema limbico olfattivo, che causerebbe un’ipersensibilità alle sostanze chimiche neurotossiche (Sensibilità Chimica Multipla o MCS).

Anomalie in quest’area cerebrale sono stati collegate anche con la depressione e l’autismo. Secondo uno studio, l’anomalia del sistema limbico olfattivo rappresenterebbe una sovrapposizione di alcuni disordini dello spettro affettivo. Molte persone affette da autismo, soffrono anche di sensibilità chimica multipla (MCS) ed elettromagnetica (CEM).

Prodotti chimici neurotossici e risposta allo stress

Molti genitori hanno osservato l’anomalia del comportamento di un bambino autistico in presenza di sostanze chimiche neurotossiche, cioè deodoranti, detergenti profumati e materiali di pulizia. Le tossine potrebbero essere la causa di queste anomalie cerebrali.

Dalle sostanze tossiche alla MCS

La “risposta allo stress” nell’ amigdala può essere innescata facilmente da alcuni prodotti chimici neurotossici e altre sostanze chimiche, che vengono percepite attraverso i sensi quale minaccia (risposta di fuga).

Ciò nel tempo determina una cronicizzazione e un’iperattività in questa sede, la quale diventa ipersensibile. Un cervello sensibile allo stress e un mondo pieno di sostanze chimiche tossiche, sono la ricetta ottimale per la MCS.

Continua a leggere il mio srticolo su BenessereCorpoMente

 

clicca qui

MCS o Sensibilità Chimica Multipla: cos’è e consigli