UN PROBIOTICO MIGLIORA LA SLA E LA MALATTIA DI HUNTINGTON

👉La disbiosi del microbioma può essere collegata a condizioni neurologiche come il morbo di Alzheimer, la sclerosi laterale amiotrofica e la malattia di Huntington.

👉Il Lacticaseibacillus rhamnosus HA-114 è neuroprotettivo nei modelli di c. elegans della sclerosi laterale amiotrofica e della malattia di Huntington.

👉I risultati di uno studio mostrano che la neuroprotezione da L. rhamnosus HA-114 è unica rispetto ad altri ceppi di L. rhamnosus e risiede nel suo contenuto di acidi grassi.

👉La neuroprotezione da L. rhamnosus HA-114 richiede acdh-1/ACADS B, kat-1/ACAT1 eelo-6/ELOVL3/6 , che sono associati al metabolismo degli acidi grassi e alla β-ossidazione mitocondriale.

👉I dati suggeriscono che il metabolismo lipidico interrotto contribuisce alla neurodegenerazione e che l’intervento dietetico con L. rhamnosus HA-114 ripristina l’omeostasi lipidica e l’equilibrio energetico attraverso la β-ossidazione mitocondriale.

👉I risultati incoraggiano l’esplorazione di interventi derivati ​​da L. rhamnosus HA-114 per modificare la progressione delle malattie neurodegenerative.

Dott Umberto Villanti
www.umbertovillanti.it

(*) Fatty acids derived from the probiotic Lacticaseibacillus rhamnosus HA-114 suppress age-dependent neurodegeneration,
Audrey Labarre, Ericka Guitard, J. Alex Parker (December 2022)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.