QUESTO SEGNO DICE MOLTO DI TE SUL FEGATO

👉Se hai un segno di questo tipo tra le sopracciglia, non è li per caso.

👉È vero, dirai che è un segno di espressione, ma attraverso la fisiognomica del viso, che professo da circa 10 anni, non mi sono mai sbagliato.

👉Potrai fare lifting, botox, ecc, ma dentro di te rimani ciò che senti di essere, quindi dovrai lavorare sulla tua persona.

👉È un segno di fegato, significa che il tuo organo non detossifica bene, che hai tante tossine, che i tuoi ormoni in eccesso non vengono espulsi, che sei tendente a problemi vari quali steatosi, ecc.

👉Potrai avere gonfiori, crampi addominali, sonnolenza dopo pasto, cattiva digestione, alito cattivo, prurito cutaneo, stanchezza, allergie in particolare nella stagione primaverile, visto che questo organo modula la risposta allergica.

❗Non dimentichiamo che anche la risposta immunitaria è in parte determinata da questo organo. Infatti, le cellule di Kupffe sono i macrofagi del fegato che oltre a funzionare da depuratori del sangue che arriva agli epatociti e a rimuovere le cellule del sangue danneggiate o invecchiate, supportando l’azione della milza, hanno un ruolo di sentinelle stimolando il sistema immunitario ad agire in presenza di pericoli per l’organismo.

FEGATO ED EMOZIONI

👉Se hai questi segni tra le sopracciglia provi rabbia, rancore, frustrazione, depressione, incapacità di svolgere determinate cose, sensazione di non riuscire a portare a termine le cose.

❗Dietro tutto questo c’è una persona che rimanda spesso gli obiettivi o che non li porta sempre a termine, perché si perde per strada, ma in realtà è perché non ha una buona assertivita’, non crede di farcela, pensa sia troppo difficile portare a termine delle cose, preferisce procrastinare e rimandare le cose. Può essere anche una persona che vuole fare mille cose, che è impaziente di arrivare a fare determinate cose, che non ha mai tempo per sé e per godersi la propria persona, che è dedita al lavoro e poco al resto.

❗Dietro questo quadro clinico inoltre c’è una carente energia del rene (secondo la medicina cinese), quindi poco sostegno o radici, paura di non farcela o paura di rimanere senza soldi, paura del futuro (della malattia, della povertà, che le cose possano peggiorare ecc).

👉Anche la tristezza e le problematiche del colon o polmone possono riflettersi in questo organo fisico ed energetico. Ma ne parleremo più avanti.

👉Per lavorare sul fegato fisico ed energetico propongo spesso l’uso di fitocomplessi, oligoelementi, suggerimenti alimentari, sempre nell’ottica energetica di Ippocrate (medicina umorale), quindi non solo come rimedi fisici, insieme ovviamente a rimedi che lavorano sulla sfera emozionale (fiori di Bach, australiani, sali di Schussler, esercizi bioenergetici, diapason, cromopuntura, ecc), a seconda della situazione.

👉Questo perché non esistono protocolli né è possibile lavorare solo con vitamine, minerali, dieta, se non si lavora allo stesso tempo sulla sfera emozionale ed energetica.

👉Quel tipo di lavoro non è naturopatia ma un lavoro parziale che non contempla la persona nella sua individualità biochimica ed emozionale.

‼️Ricordo che ogni persona è diversa e non tutti possono trarre beneficio dagli stessi consigli.

Dott Umberto Villanti
www.umbertovillanti.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.