TOSSINE AMBIENTALI MALATTIE ENDOCRINE E DEGENERATIVE

👉Oggi siamo a rischio per la presenza di elementi nocivi (chimici, fisici o biologici) nell’ambiente, che provocano danni severi.

👉Esistono numerosi casi di infertilità aventi causa sconosciuta, che possono essere attribuiti a diverse esposizioni ambientali o professionali a contaminanti.

👉Queste esposizioni determinano un alto stress ossidativo e danni genetici ed epigenetici alle proprie cellule riproduttive.

✅TOSSINE ESOGENE AMBIENTALI

👉Agenti tossici che potrebbero avere un effetto sulla sulla biochimica, fertilità, psiche, neurologia:

➡️Idrocarburi aromatici (benzeni, tolueni).
➡️Idrocarburi alogenati (propani, fenili).
➡️Composti organoclorurati (pesticidi).
➡️Alcuni metalli pesanti come piombo e cadmio.

✅GLI INTERFERENTI ENDOCRINI

👉Sono sostanze chimiche esogene all’organismo, naturali o sintetiche, che interferiscono con la produzione, il trasporto, l’azione degli ormoni naturali del nostro corpo come gli estrogeni e gli androgeni.

👉Possono essere considerati dei falsi estrogeni o imitatori. In particolare, nel campo ormonale, spiccano alcuni pesticidi organoclorurati, come i falati, il bisfenolo A, ecc.

👉Diversi studi hanno stabilito che questi interferenti sono immagazzinati nel grasso corporeo e che addirittura possono essere veicolati dalla mamma al feto determinando i seguenti problemi:

➡️Alterazioni nella formazione e chiusura dell’uretra (ipospadia).
➡️Alterazione nella posizione dei testicoli (criptorchidismo).
➡️Alterazioni nella spermatogenesi.
➡️Cancro ai testicoli in età adulta.
➡️Disturbi della funzione ovarica e anomalie benigne dell’utero e del seno.
➡️Endometriosi.

✅TOSSINE AMBIENTALI E DANNI NEUROLOGICI

👉Sono tante le ricerche che hanno stabilito una correlazione tra tossine ambientali e mattie neurodegenerative.

👉Alcune di esse hanno spiegato la concausa di alcune malattie quali il Parkinson e pesticidi.

👉Una ricerca italiana ha sottolineato come i neuroni dopaminergici e le beta-cellule pancreatiche condividano una significativa vulnerabilità verso alcune tossine, dovuto allo stress ossidativo a cui sono sottoposte durante la loro attività e/o a sostanze esogene.

👉Le beta-cellule pancreatiche esprimono recettori, enzimi e trasportatori del sistema dopaminergico che potrebbe spiegare una certa similitudine con i neuroni dopaminergici.

👉In questo studio di è potuto dimostrare che Metformina e Vitamina E proteggono dalla tossicità indotta da Rotenone, indicando un uso potenziale di queste due sostanze.

Anche i metalli tossici possono causare malattie neurologiche ‼️

👉Secondo diversi studi americani pubblicati su Jama Neurology e altre riviste, l’esposizione ai pesticidi e ad altre sostanze chimiche, nonché metalli tossici, aumenta il rischio di SLA, Alzheimer e demenza fronto-temporale.

✅UN TEST UTILE PER DETERMINARE QUESTE TOSSINE

Array 11 Chemical Immune Reactivity Screen Test

👉Si chiama così il test che esplora tutte queste sostanze nocive.

👉Quando le sostanze chimiche entrano nel corpo, possono legarsi alle proteine ​​del tessuto umano. Quando ciò accade, può ripiegare in modo errato la proteina in una struttura simile all’amiloide-beta. Questo crea anticorpi contro le sostanze chimiche legate al tessuto umano e in realtà prende di mira il peptide beta-amiloide, portando potenzialmente alla formazione di placca amiloide, un importante contributo allo sviluppo del morbo di Alzheimer.

👉L’array 11 misura una gamma ampliata di tossine chimiche ambientali che si legano ai tessuti umani rispetto ad altri test di laboratorio che identificano solo l’esposizione chimica.

✅TRATTAMENTO A SOSTEGNO

👉Non sarà facile contrastare questi nemici, a maggior ragione se hanno determinato un danno permanente, sarà sempre possibile però contrastare o rallentare i danni arrecati nell’organismo.

👉Il trattamento sarà concentrato sul ripristino dell’omeostasi cellulare a livello mitocondriale, vitamine che ottimizzano l’energia mitocondriale (tiamina, metilcobalamina, ecc), vitamine lipolubili antiossidanti (vitamina È), peptidi per migliorare la condizione (NAD, ecc), eventuale chelazione di metalli con agenti naturali (in alcuni casi con metodi più strong quali EDTA, DMPS, Deferoxamina), utilizzo di agenti naturali che modulano la risposta immunitaria, uso di rimedi omeopatici (plumbum, arsenicum, aluminia, ecc), ottimizzare la funzione epatica, ecc.

👉Saranno utili alcuni esami per la ricerca di eventuali virus latenti, colesterolo ossidato oxLDL correlato alla maggiore progressione di alcune malattie neurodegenerative, test sullo stress ossidativo, NEOPTERINA marcarore della neuroinfiammazione, tipizzazione linfocitaria, in particolare per verificare i livelli di TREG (cellule regolatorie), spesso carenti in queste problematiche.

‼️ESISTONO ANCHE LE ENDOTOSSINE…MA NE PARLEREMO IN UN PROSSIMO POST ‼️

Dott Umberto Villanti
www.umbertovillanti.it

RIFERIMENTI BIBLIOGRAFICI:

➡️Checa Vizcaíno MA, González-Comadran M, Jacquemin B. Outdoor air pollution and human infertility: a systematic review. Fertil Steril. 2016;106(4):897-904.e1.
➡️Brehm E, Flaws JA. Transgenerational Effects of Endocrine-Disrupting Chemicals on Male and Female Reproduction. Endocrinology. 2019;160(6):1421-1435.
➡️Occupational lead exposure and survival with amyotrophic lateral sclerosis
Te-Wei Wang,Joanne Wuu,Anne Cooley,Tian-Shin Yeh,Michael Benatar &Marc Weisskopf
Received 31 Aug 2021, Accepted 21 Mar 2022, Published online: 09 Apr 2022
➡️ “β-Cells Different Vulnerability to the Parkinsonian Neurotoxins Rotenone, 1-Methyl-4-phenylpyridinium (MPP+) and 6-Hydroxydopamine (6-OHDA)” è consultabile all’indirizzo della rivista “Pharmaceuticals“: https://www.mdpi.com/1424-8247/14/8/767

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.