EFFETTI COLLATERALI DI ALCUNI INTEGRATORI

👉Qualunque cosa, anche naturale, può interagire con alcuni farmaci, alimenti ecc.

👉Di seguito una piccola lista (non esaustiva, continuerò a fornirne altre), di composti da non associare con alcuni farmaci.

👉Ti ricordo che il consumo di integratori, piante, funghi medicinali, ecc possono provocare l’insorgenza di effetti collaterali come fastidi allo stomaco, costipazione, diarrea, stanchezza, interazione con farmaci e alle volte anche effetti collaterali seri. AFFIDATI E CHIEDI PARERE SEMPRE AD UN ESPERTO ‼️

✅GINKGO BILOBA

👉Una pianta utilissima per tante cose, in particolare vista la sua azione positiva sulla circolazione e la perfusione cerebrale, quale ossigenatore, antinfiammatorio ecc viene suggerito anche per migliorare le condizioni cognitive (giovani, anziani, ecc). Non va associato a FANS antinfiammatori, antiaggreganti, anticoagulanti, aspirina ecc perché interferendo con la coagulazione – può causare gravi emorragie.

✅RHODIOLA

👉È una pianta adattogena che viene utilizzata per il cortisolo alto, per lo stress, per aumentare l’energia, per il buon umore (aumenta la serotonina), per aumentare il metabolismo (maggiore energia, ATP e dimagrimento), per l’efficienza della tiroide. Può dare ad alte dosi vertigini, allergie, insonnia (se presa maggiormente la sera), agitazione. Se si assumono antidepressivi va fatta attenzione.
La rodiola non interagisce direttamente coi farmaci sedativi come l’alprazolam (XANAX). Essa è però un tonico psico-fisico, per cui tende ad aumentare il tono dell’umore e a migliorare le prestazioni fisiche. Può quindi dare un certo senso di euforia e talvolta di agitazione.

✅IPERICO

👉Pianta fantastica utilizzata nella medicina umorale di Ippocrate (pianta calda per aumentare il calore e per contrastare la bile nera). Utilizzata quale antidepressivo minore (i risultati sono quasi identici agli SSRI al dosaggio di minimo 300/600/900 mg al giorno). Una sua caratteristica è però di velocizzare il metabolismo di alcuni farmaci, rendendoli meno efficaci (perché attiva il citocromo P450). Quindi, va evitata se si assume ciclosporina, metformina, pillola anticoncezionale (si può rimanere incinta), ecc.

👉Va posta attenzione se si assumono antidepressivi (non fatelo da soli e chiedete il parere al neurologo o psichiatra) per evitare la sindrome serotoninergica, alle volte fatale. Gli ansiolitici possono essere potenziati, quindi eventualmente diminuire la dose di questi farmaci o dell’IPERICO.

✅LIQUIRIZIA

👉Utile per le surrenali stanche, per la digestione, per la pressione bassa, per lenire alcuni disturbi allo stomaco, per l’infiammazione sistemica. Da attenzionare se si assumono cortisonici (ne diminuisce l’effetto e aumenta ancora di più la ritenzione di sodio ed escrezione di potassio), con maggiore gonfiore e spossatezza come risultato. La pianta non va associata a chi utilizza digitalici (per evitare scompenso cardiaco), e per chi soffre di pressione alta (la pianta aumenta la pressione arteriosa). Eventualmente va usata quella deglicirizzata.

✅POTASSIO

👉Consigliato soprattutto in estate per dare più tono muscolare, energia, per contrastare la sudorazione e perdita di sali minerali. Il potassio inoltre agisce come un tonico (attenzione alle dosi) per il cuore e aiuta a fare funzionare meglio la tiroide (il calcio, al contrario la impigrisce, il potassio è un suo antagonista – pensate ai cibi ricchi in calcio quali Brassicaceae, Soia ecc). Il potassio non va associato a diuretici risparmiatori di potassio, ACE inibitori antipertensivi, sartani, perché aumenta l’escrezione ulteriore di sodio e può contribuire ad innescare debolezza muscolare, diarrea, crampi e in alcuni casi aritmie severe.

✅CALCIO

👉Prescritto o preso per combattere l’osteoporosi (anche se in realtà sono utili anche e soprattutto Boro, vit K2, magnesio, alcalinizzare il corpo, ecc), non andrebbero assunti insieme a bifosfonati (aumenta le calcificazioni nelle arterie, valvola aortica, ecc), e perché tra di loro sono antagonisti. Inoltre, il calcio assunto può vanificare l’effetto di alcuni antibiotici quali tetracicline e fluorochinoloni.

✅SUCCO DI POMPELMO

👉Viene utilizzato per alcune cure depurative o decantato per il dimagrimento da alcuni. Il pompelmo interagisce con il citocromo P450 contribuendo ad aumentare l’azione di alcuni farmaci, quali benzodiazepine (darà maggiore sonnolenza e spossatezza), statine (già di loro creano problemi, con il pompelmo la loro azione sarà aumentata), calcio antagonisti per la pressione, che saranno potenziati con effetti collaterali quali ipotensione maggiore e riduzione del battito cardiaco (bradicardia).

‼️Seguiranno altri suggerimenti. Seguimi sempre qui

Umberto Villanti naturopatia tradizionale europea ‼️ www.umbertovillanti.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.