IL VISCHIO QUALE ADIUVANTE NEL TRATTAMENTO DELLE PROBLEMATICHE ONCOLOGICHE

IL VISCHIO QUALE ADIUVANTE NEL TRATTAMENTO DELLE PROBLEMATICHE ONCOLOGICHE

Umberto Villanti

L’introduzione del vischio come pianta medicinale specifica nella cura dei tumori risale a RUDOLF STEINER (1861-1925). Negli anni dal 1920 al 1924, con la collaborazione di Ita Wegman, egli offrì a medici e farmacisti il vischio come cura contro il cancro. A questa conclusione era giunto con le sue ricerche scientifiche e spirituali.

l vischio dipende dall’albero su cui cresce per assumere acqua e sali: si tratta di un parassitismo non distruttivo. Le forze vitali eccedenti dell’albero vengono in qualche modo assunte dal vischio che ne è ospite, e queste forze possono agire secondo Steiner a rafforzare le forze animiche dell’uomo. Il vischio, che cresce nell’aria e nella luce, lontano dalla terra, porta in sé forze di luce e di calore, forze opposte ai processi di indurimento, di freddo e di materializzazione che sono l’humus preferenziale del tumore.

Secondo questa visione il punto chiave della terapia del cancro sia pertanto un’azione sull’astralità, e quindi un lavoro sull’anima.

EFFETTI DELLA TERAPIA DEL VISCHIO:

A. Miglioramento delle condizioni generali
B. Aumento del benessere
C. Aumento dell’appetito e miglioramento del sonno
D. Diminuzione degli stati depressivi
E. Riduzione della sintomatologia dolorosa indotta dal tumore
F. Incremento, stabilizzazione e migliore distribuzione del calore corporeo
G. Stimolazione delle difese immunitarie
H. Arresto della crescita tumorale senza danno ai tessuti sani
I. Normalizzazione del peso corporeo
J. Riduzione della suscettibilità alle infezioni

SOSTANZE CONTENUTE

• Lectine
• Viscotossine
• Polisaccaridi
• Alcaloidi
• Lipidi
• Enzimi
• Tioli – Glutatione

Il vischio, come preparato,contiene piú di 500 diversi componenti, che stimolano il sistema immunitario e che hanno anche la proprietá di bloccare le cellule cancerogene.
A secondo della produzione dei diversi preparati di vischio, si trovano, in un´ampolla fra i 50 e 350 diversi componenti. Ci sono 39 tipi di preparati di vischio, che hanno un contenuto assolutamente diverso.

Ogni paziente possiede un SI (sistema immunitario) individuale, che deve essere danneggiato, altrimenti non si sarebbe creato un tumore. Il sistema immunitario di ogni persona malata di cancro reagisce a un determinato preparato di vischio. In passato, un medico sceglieva un tipo di vischio, basandosi sulla propria esperienza professionale, il margine di successo, con questo tipo di scelta, era ed é sotto il 10%.

Il test differenziale per il vischio ( MDT in tedesco), puó adesso mostrare a quale preparato le cellule singole del paziente reagiscono meglio. Quindi, con una provetta di sangue vengono testati tutti i 39 tipi di vischio. Il malato viene trattato con il tipo che ha piú efficenza. In questo caso, attraverso questo test, la quota di successo nello scegliere il preparato giusto raggiunge il 90% !!

Ogni 3 mesi si dovrebbe testare di nuovo il sangue della persona in terapia, per assicurarsi che non ci siano segni di adattamento, cioé del corpo e le sue cellule, oppure per vedere se il preparato non é piú adatto e quindi inattivo. In questo caso si drovrá cambiare il tipo di preparato.

AZIONE

Si è visto che dopo 24h dalla somministrazione c’è un aumento di numero e di attività dei linfociti Natural Killer; inoltre aumentano i livelli di TNF (Tumor Necrosis Factor), delle interleuchine pro-infiammatorie, e l’attività dei macrofagi.

Non solo il vischio arresta la proliferazione tumorale ma ha anche un altro importantissimo effetto benefico: bilancia i pesanti effetti della chemioterapia, in particolare la sua azione immunostimolante bilancia il drastico calo delle difese immunitarie causato dai chemioterapici; fra l’altro si è osservato clinicamente un miglioramento del dolore indotto dal tumore, aumento dell’appetito, del sonno e delle condizioni generali di vita.

In studi condotti da circa dieci anni su circa 11000 pazienti affetti da diversi tipi di cancro, la sopravvivenza dei pazienti risultava decisamente allungata…talvolta raddoppiata, per ciascun tipo di tumore .Un risultato molto convincente, confermato da ricerche precedenti e successive. Sinora sono stati condotti 105 trials clinici ( dati di G. Klein, IFAEMM, ottobre 2007). I casi in esame comprendevano tumori solidi dell’ovaio,della mammella, del tratto intestinale , fegato e metastasi epatiche,versamenti neoplastici (ascite maligna), tumori cerebrali, più alcuni tipi di leucemie e mieloplasie.

TUMORI TRATTATI

• Mammella
• Tumori ginecologici (ovaio, endometrio, cervice, CIN)
• Tumori gastrointestinali (stomaco, intestino tenue e colon- retto, fegato, pancreas, metastasi epatiche)
• Apparato respiratorio (faringe, polmone)
• Cute (melanoma, condilomi anali)
• Malattie ematologiche (NHL, MM, leucemie, mielodisplasie)
• Versamenti neoplastici (ascite, versamenti pleurici, e pericardici)
• Tumori uro-genitali (rene, vescica, prostata)
• Tumori cerebrali

I preparati di vischio sono presenti in varie formulazioni,sia omeopatiche, sia in preparazioni spagyriche sia nell’ambito della medicina antroposofica. In questo ambito il vischio viene preparato facendolo fermentare fra l’altro in presenza di lactobacillus plantarum. In medicina antroposofica si usa vischio di quercia, melo o pino, a seconda dei tumori, e vengono veicolati alcuni metalli secondo le indicazioni di Steiner e von Bernus. Questi prodotti sono stati approvati dal Ministero della Sanità in Germania e brevettati con il nome di Iscador, come preparato iniettabile.

 

P.S. Il trattamento a base di Iscador (vischio) deve essere effettuato esclusivamente da un medico specializzato. 

 

 


Bibliografia

• Viscum Album e cura oncologica, Walter Legnani, Tecniche Nuove, 2008
• Absence of tumor growth stimulation in a panel of 16 human tumor celllines by mistletoe extracts in vitro . Gerhard Maier and Heinz-HerbertFiebig Institute of Experimental Oncology, Oncotest GmbH, 79108 Freiburg, Germany
• Five-Year Follow-Up of patients with early stage Breast cancer. After aRandomized study comparing Additional Treatment with Viscum Album (L.) extractto chemotherapy Alone
• W. Tröger, Z. Ždrale,, N. Stanković and M. Matijašević. Breast Cancer: Basic andClinical Research 2012:6 173–180

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.