L’ALLUMINIO SEMBRA GIOCARE UN RUOLO CRUCIALE NELLA OLIGOMERIZZAZIONE DELLA BETA-AMILOIDE, FATTORE CAUSALE DELL’ALZHEIMER

Pur essendo abbondante per l’ambiente, l’alluminio non è essenziale per la vita. Al contrario, l’alluminio è una neurotossina ampiamente riconosciuta che inibisce più di 200 funzioni biologicamente importanti e provoca diversi effetti negativi nelle piante, negli animali e negli esseri umani. È stata suggerita la relazione tra l’esposizione all’alluminio e le malattie neurodegenerative, tra cui l’encefalopatia di dialisi, la sclerosi laterale amiotrofica, la demenza del Parkinsonismo e l’Alzheimer (AD). In particolare, il legame tra l’alluminio e la malattia di Alzheimer è stato oggetto di dibattito scientifico per diversi decenni. Tuttavia, le caratteristiche complesse della biodisponibilità dell’alluminio rendono difficile valutare la sua tossicità e pertanto la relazione resta da stabilire. L’alluminio sembra svolgere un ruolo cruciale quale cross-linker nell’oligomerizzazione della β -amiloide.

 

Study – “Link between Aluminum and the Pathogenesis of Alzheimer’s Disease: The Integration of the Aluminum and Amyloid Cascade Hypotheses” – Int J Alzheimers Dis. 2011

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.